Il pesce mortale che invade il Mediterraneo

 © Wikipedia

© Wikipedia

Il Lagocephalus, conosciuto più comunemente come pesce palla maculato, è uno dei pesci più pericolosi che si possano trovare nei nostri mari.

Con la tossina presente nella pelle e nelle interiora, la tetradossina TTX, possono provocare paralisi muscolari, complicanze respiratorie e un arresto del sistema circolatorio, rendendo questi pesci letali per l’uomo.

Originario del Mar Rosso, si è recentemente espanso anche nel Mediterraneo, con i primi avvistamenti risalenti nel Mar Egeo circa una quindicina di anni fa.
In media è lungo dai 2 ai 60 centimetri ma può arrivare anche a un metro di lunghezza, non ha scaglie e la parte superiore del corpo è di color verde oliva/marrone coperto di punti neri e marroni. Il ventre invece è bianco ed è la parte che viene gonfiata come una palla.

La raccomandazione della Onlus Oceanus, in caso si pescasse un esemplare che rientra in questa descrizione, è di non mangiarlo assolutamente e avvertire tempestivamente la capitaneria di porto, specificando con la massima precisione possibile il punto esatto dove è stato trovato.